Firmato l'accordo integrativo regionale per la Medicina Generale. 

Home

 

Firmato l’accordo integrativo regionale per la Medicina Generale. 

È stato firmato oggi l’Accordo Integrativo Regionale per la Medicina Generale. Si conclude così un lungo processo durato cinque anni dalla stipula dell’ultimo accordo regionale. Soddisfatti i sindacati dei medici convenzionati. L’accordo disciplina i rapporti della Regione Puglia con i Medici di Famiglia, con quelli di Continuità Assistenza (Guardia medica) e con i medici della Medicina dei Servizi.

“E’ stato raggiunto un buon accordo ”, ha commentato il dott. Filippo Anelli, Segretario regionale della FIMMG Puglia, “in quanto migliora l’assistenza sanitaria territoriale ai cittadini e consente ai medici di sviluppare al meglio la propria professionalità”.

Tra le novità presenti nel nuovo accordo vi è l’obbligo d’informatizzazione degli studi dei Medici di famiglia.

“Abbiamo puntato molto sull’informatizzazione”, ha continuato il dott. Anelli, “che rappresenta il futuro nella gestione della Medicina Generale. Infatti, tutti i cittadini pugliesi avranno diritto ad una cartella clinica informatizzata con la registrazione di tutte le prescrizioni farmaceutiche e diagnostiche. Inoltre, l’informatizzazione dei Medici di famiglia rappresenta il primo passo di uno sviluppo tecnologico all’interno dell’assistenza sanitaria capace di migliorare l’erogazione delle prestazioni, riducendo le liste d’attesa. Tale processo determinerà un sistema di trasparenza capace di ridurre al minimo le possibili anomalie o illeciti a carico del Servizio Sanitario Nazionale”.

Tra i punti qualificanti del nuovo accordo, vi è il potenziamento dell’assistenza domiciliare sia per i pazienti non deambulabili che per i malati che richiedono l’intervento o l’integrazione con altre figure professionali.

Potenziato anche l’associazionismo medico. Questa forma di lavoro associato tra i Medici di famiglia consentirà l’apertura di un’ora in più al giorno degli studi medici e con un evidente vantaggio per l’accesso dei cittadini agli ambulatori medici.

L’accordo integrativo regionale prevede inoltre un forte sostegno alla Continuità Assistenziale. Infatti, sarà potenziata l’attività domiciliare dei medici di Continuità Assistenziale.

Infine, l’accordo prevede anche un riconoscimento anche per i medici della Medicina dei Servizi attraverso la disciplina della partecipazione ai progetti obiettivo a livello distrettuale. La Regione Puglia, infine, ha sottoscritto l’impegno a favorire il passaggio di questi medici dal sistema convenzionato a quello della dipendenza.

Bari, 10 dicembre 2003

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione: in rete dal 25/02/2008