Medici del 118: nella ASL BA 2 turni massacranti di 54 ore settimanali! La FIMMG chiede la rimozione del responsabile aziendale del 118

Comunicato Stampa

Medici del 118: nella ASL BA 2 turni massacranti di 54 ore settimanali!

La FIMMG chiede la rimozione del responsabile aziendale del 118

 Sono 54 le ore di lavoro che il responsabile del servizio 118 della ASL BA 2 ha imposto con ordine di servizio ai medici di emergenza territoriale, contro le 38 ore previste dal contratto di lavoro – DPR 270/00-, per garantire comunque, nonostante il ridotto numero di addetti presenti, l’erogazione del servizio e la turnazione dei medici nelle postazioni aziendali del 118.

“Non è accettabile che un dirigente per garantire un servizio essenziale non rispetti le norme previste dalle leggi vigenti e i diritti dei medici e dei lavoratori”, ha affermato il dott. Filippo Anelli – segretario regionale della FIMMG. L’inosservanza delle norme costituisce un atto grave – specie nella pubblica amministrazione - e per questo chiederemo la rimozione dall’incarico del dirigente del servizio”.

L’imposizione di turni massacranti comporta sicuramente un logoramento della capacità lavorativa, specie in un’attività usurante come quella svolta dagli operatori del Servizio Emergenza 118, con inevitabili ripercussioni sull’efficienza di un servizio di per sé già molto particolare.

La FIMMG Bari ha già richiesto più volte formalmente (il 4 giungo, il 14 giugno e il 7 luglio) di discutere dell’organizzazione e dei problemi del servizio 118, chiedendo a tal fine la convocazione del comitato aziendale per la medicina generale ai sensi dell’art. 11 del DPR 270/00 ma non ha mai ottenuto alcuna risposta

“Riscontriamo quotidianamente gravi anomalie nella gestione del 118 nella ASL BA 2”, ha dichiarato il dott. Vito De Robertis Lombardi – segretario provinciale generale della FIMMG BARI. “Buste paga compilate in modo errato rispetto ai parametri contrattuali, contributi previdenziali non versati correttamente ai medici in servizio, calcolo degli emolumenti stipendiali effettuato in maniera errata e senza tener conto delle ore realmente svolte dal medico, sono solo alcune delle gravi irregolarità rilevate”.

Una situazione disastrosa sotto il profilo organizzativo tale da indurre l’organizzazione sindacale a chiedere anche l’intervento urgente della Regione Puglia.

“Abbiamo chiesto alla Regione Puglia la nomina di  un ispettore che verifichi la legittimità degli atti adottati dalla Direzione Generale della ASL BA 2 in relazione al servizio di emergenza territoriale”, ha continuato il dott. Vito De Robertis Lombardi. “In mancanza, saremo costretti a rivolgerci alla magistratura competente”.

Solidarietà è stata espressa dal dott. Anelli e dal dott. De Robertis ai medici del 118 della ASL BA 2.

 “Siamo vicini a tutti i medici del 118 della AUSL BA/2 in questo momento di particolare difficoltà nella organizzazione del servizio. E’ grazie al senso di responsabilità  e all’ abnegazione di questi professionisti, che il servizio di Emergenza territoriale continua ad essere assicurato con puntualità ed efficienza. Ribadiamo la nostra stima e il nostro apprezzamento per il lavoro che gli addetti al 118 stanno svolgendo così egregiamente e  siamo solidali con loro  respingendo recisamente il tentativo di stravolgere l’intero impianto del servizio 118 e di non prestare nessuna attenzione alle istanze avanzate dal Sindacato. Decliniamo infine ogni responsabilità per eventuali disservizi che dovessero verificarsi nella consapevolezza che una gestione non conforme ai dettati di legge da parte di chi ne ha la responsabilità, incide negativamente  sugli utenti, sugli operatori ed inevitabilmente sulla qualità e l’efficienza del servizio.

 

Home

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008