Nella ASL BA/2, nei mesi scorsi l’attività della FIMMG ha riguardato soprattutto tre aspetti: formazione; Incentivi legati al risparmio della spesa farmaceutica; Vaccinazione antinfluenzale.

Formazione: la formazione obbligatoria per i MMG della nostra ASL è una realtà ormai consolidata che, partita negli ultimi mesi del 1999 è ora "a regime" rispetto a quanto previsto dalla convenzione. La ASL ha infatti accettato di buon grado che avesse i seguenti requisiti:

Va detto che per raggiungere tali risultati sono state contrastate, da parte dei rappresentanti FIMMG in seno al CTS alcune richieste che avrebbero stravolto la formazione (argomenti svolti in plenaria per un numero maggiore di partecipanti o addirittura per tutti i medici della ASL; affidamento della produzione dei pacchetti didattici ad elementi estranei alla MMG).

Incentivi legati al risparmio della spesa farmaceutica

Questo capitolo è quello che ha visto il maggior impegno da parte della delegazione trattante che, a suo tempo è riuscita a convincere la ASL che se si volevano ottenere dei risultati concreti era necessario abbandonare la logica seguita fino ad allora nei confronti di tutti i MMG che venivano chiamati a rispondere dei loro (presunti) errori da parte di commissioni che a volte assumevano connotati inquisitori che hanno determinato una dura e formale presa di posizione della FIMMG. Occorreva piuttosto fissare degli obiettivi possibili, non fantasiosi o utopistici con previsione di premi per i MMG che con un duro e defatigante lavoro di convincimento contrastano quotidianamente le spinte al consumismo farmaceutico provenienti da pazienti, aziende farmaceutiche, specialisti privati e ospedalieri, farmacisti ecc. il tutto sotto il ricatto della ricusazione. Mentre vanno dedicate le "attenzioni" delle commissioni ASL a quei comportamenti prescrittivi anomali che possono configurare caratteri di illecito che vanno contrastati.

Lavorando con questa logica la ASL BA/2 è diventata una delle più "virtuose" e non solo della Puglia.

Purtroppo per la liquidazione degli incentivi legati al raggiungimento del risultato ci sono stati una serie di intoppi.

Vaccinazione antiinfluenzale

A questo proposito si è raggiunto un accordo con l’Azienda che prevedeva la vaccinazione di tutti gli ultrasessantacinquenni e dei soggetti a rischio.

Da parte di MMG aderenti si sono presentati gli elenchi per tempo, ma, al momento in cui si scrivono queste note, il vaccino non è ancora arrivato anche a causa dell’enorme richiesta che ha trovato impreparate le Aziende farmaceutiche produttrici.

Purtroppo ciò compromette i programmi che avevamo preventivato qualora il vaccino fosse arrivato in tempo (invio di una lettera di invito a tutti gli assistiti aventi diritto ed apertura straordinaria di alcuni giorni degli ambulatori per eseguire con calma il grosso del programma vaccinale).