Regione: la III Commissione approva p.d.l. che prevede anche dirigenti non medici alla guida dei distretti sanitari

www.tuttosanita.it

Regione: la III Commissione consiliare approva p.d.l. che prevede anche dirigenti non medici alla guida dei distretti sanitari


Anche i dirigenti non medici delle aziende sanitarie pugliesi potranno assumere la direzione dei Distretti socio-sanitari. Abolita infatti la norma, approvata dalla precedente maggioranza del consiglio regionale, che riservava ai soli dirigenti medici la possibilità di dirigere i Distretti. Esame abbinato in terza commissione consiliare (sanità e servizi sociali) delle due proposte di legge in materia, a firma la prima dei consiglieri Luciano Mineo e Paolo Costantino (Ds) la seconda dei consiglieri Cosimo Borraccino e Carlo De Santis (Pdci). “Per semplicità di lettura – ha detto il consigliere Borraccino – la nostra pdl è integrata con la pdl di Mineo e Costantino”. Approvata quindi a maggioranza la proposta, con l’astensione di Rocco Palese (Forza Italia). “La norma stravolgeva e violava la legge nazionale” è scritto nella relazione mentre il pdl approvato “ripristina una corretta interpretazione della norma dello Stato e riapre la possibilità che la guida dei Distretti sia affidata a tutti i dirigenti, a prescindere dal ruolo a cui appartengono, sulla base di un unico criterio, la qualità degli stessi”.

Discussa, ma rinviata per l’approvazione alla prossima convocazione della commissione, lunedì 30 gennaio, la pdl presentata dai consiglieri Francesco Damone e Ignazio Zullo sulla “istituzionalizzazione dell’inno ai diversamente abili”. Scritto dal musicoterapeuta del comune di San Severo Paolo Curatolo, l’inno “Il centro del Sorriso” non ha mancato di suscitare una discussione approfondita, allargata anche alla funzione dei servizi sociali regionali e ai piani di zona ancora non approvati dai Comuni. I consiglieri commissari hanno quindi dato mandato al presidente della commissione Dino Marino di esaminare, come primo punto dell’ordine del giorno della commissione del 30 gennaio, la pdl modificata in alcuni passaggi (abolire la obbligatorietà di far ascoltare l’inno prima di dare inizio a tutte le manifestazioni pubbliche), ma soprattutto dopo aver avuto un confronto con il mondo delle associazioni interessate. La proposta di legge – hanno detto molti commissari – può essere inoltre legata alla pdl di istituzione della giornata dedicata ai diversamente abili (il 24 maggio) approvata alla unanimità dal consiglio regionale nel corso della scorsa legislatura.

Rinviata anche alla prossima seduta di commissione l’audizione con l’assessore ai servizi sociali della regione Puglia Elena Gentile sul ddl “Modifiche alla l.r. 15/2004: riforma delle istituzioni pubbliche e beneficenza (II.PP.A.B) e disciplina delle aziende pubbliche dei servizi alla persona”.

Rinviata anche la discussione sulla pdl a firma di Luigi Loperfido e Simone Brizio su “Norme in materia di attività e servizi necroscopici cimiteriali”, la pdl di Luciano Mineo sulla “semplificazione del procedimento per l’accertamento sanitario delle minoranze civili e del relativo procedimento per la concessione delle provvidenze economiche” e la pdl del consigliere Romano su “Conferenza dei sindaci, recepimento del d.lgs 229/99”.

Intanto il presidente Dino Marino ha anticipato che “nella prossima seduta di commissione si metterà a punto anche il calendario del tour di conoscenza delle Asl territoriali avviato già la scorsa settimana con la visita della terza commissione presso l’Azienda Sanitaria di Foggia”.

 

Home

Utenti on line:

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008