Sanità: un patto di stabilità nazionale

Clicca qui per ritornare all'Home Page

periodico telematico regioni.it  www.regioni.it

(regioni.it) Nel pomeriggio del 12 giugno si è svolto presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze un incontro tra i Ministri dell'Economia e delle Finanze Tommaso Padoa-Schioppa, della Salute Livia Turco, degli Affari regionali e autonomie locali Linda Lanzillotta, e il viceministro Vincenzo Visco, con i Presidenti delle Regioni Lazio, Campania, Abruzzo e Molise, e i rappresentanti di Liguria e Sicilia. Ha partecipato il presidente della conferenza Stato-Regioni, Vasco Errani.

Nel corso dell'incontro – si legge nel comunicato del Ministero dell’economia - sono state esaminate le problematiche sorte in seguito all'applicazione della Legge Finanziaria 2006 che ha comportato lo scorso 1 giugno l'aumento automatico delle aliquote Irpef e Irap per le Regioni citate.

E' stato convenuto che il rapporto tra amministrazioni centrali e regionali in materia sanitaria dovrà essere riesaminato per correggere gli aspetti problematici emersi dall'esperienza degli ultimi anni.

E' stato deciso di avviare immediatamente un lavoro comune per mettere a punto il più rapidamente possibile gli elementi essenziali di un nuovo Patto nazionale per la spesa sanitaria.

Elementi cardine di tale Patto saranno:

- garanzia di adeguati livelli essenziali di assistenza, soddisfacenti e coerenti con la condizione del Paese;

- sistema di finanziamento che connetta l'apporto dello Stato con la piena responsabilità finanziaria della Regione per la copertura di eventuali superamenti dei limiti di spesa;

- collaborazione tra Stato e Regioni per monitorare ed elevare i livelli di efficienza del servizio;

- rispetto dell'esigenza di risanare i conti pubblici.

Il Ministro Padoa-Schioppa ha auspicato che la collaborazione tra Governo e Regioni possa condurre, entro la fine di giugno, al varo di un nuovo Patto di stabilità nazionale per la spesa sanitaria che tuteli adeguatamente la salute dei cittadini e che sia coerente con la necessaria disciplina dei conti pubblici.

Ove tale risultato fosse raggiunto, il Ministro si è detto disposto a valutare la possibilità di revoca dell'intervenuto aumento.

delle aliquote fiscali nelle sei regioni.

Per il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, è cominciato quindi il confronto con il Governo (cfr. anche regioni.it n.743 ) . Entro il mese di giugno ci sarà la verifica dei piani di rientro dallo sforamento della spesa sanitaria presentati dalle Regioni interessate.

“Si lavorerà poi rapidamente, a tappe forzate – ha dichiarato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani -  per l’elaborazione di un nuovo patto per la sanità, come richiesto da tutte le Regioni, che dovrà basarsi sull’adeguato finanziamento dei livelli essenziali di assistenza e sulla responsabilità delle Regioni. Ci sono quindi le condizioni per governare con equilibrio questa delicata fase di transizione”.

(red/13.06.06)

 

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione