Industria, farmacie e spesa farmaceutica e devolution

Clicca qui per ritornare all'Home Page

periodico telematico regioni.it  www.regioni.it

Farmacie e contributo al ripiano dello sforamento del tetto di spesa farmaceutica. E' polemica con l'industria. Federfarma afferma che le farmacie già pagano un contributo pesante al contenimento della spesa. Nel solo 2004 le farmacie stanno versando al SSN un contributo pari a oltre 720 milioni di euro (1.400 miliardi delle vecchie lire).
Di fronte a questa cifra enorme il contributo richiesto all’industria appare irrisorio, sostiene Federfarma: 200 milioni di euro per il 2004 (pari a 400 miliardi di lire): "Nonostante questa evidente sproporzione, l’industria farmaceutica cerca di scaricare sulle farmacie una parte dell’onere che le viene richiesto. Ma all’industria, oltre che scaricare l’onere economico, interessa scaricare le responsabilità. Infatti, il Ministero della salute e l’Agenzia del Farmaco hanno individuato nella pressione commerciale delle aziende farmaceutiche il fattore scatenante dell’eccezionale aumento di spesa registrato nei primi mesi del 2004, senza che vi sia stato un peggioramento delle condizioni di salute della popolazione. La pressione dell’industria ha determinato un aumento delle prescrizioni e uno spostamento dei consumi verso medicinali più costosi".
Intanto il Comitato Solidarietà e Salute lancia allarme sanità: “Efficienza e qualità minacciate da devolution e tagli dei finanziamenti”. La
nuova domanda di salute è rivolta con particolare attenzione alle malattie croniche e alla non autosufficienza. Lo rende noto la newsletter del Movimento difesa del cittadino. Nel mirino del Comitato è la devolution che “spacca il Paese”. Sarebbe invece auspicabile, secondo l’organo sanitario, una nuova articolazione di poteri e dei compiti tra lo Stato e le Regioni al fine di garantire universalità, equità e solidarietà al sistema sanitario italiano senza discriminazioni sociali e geografiche.  Al centro delle richieste anche un Piano straordinario di investimenti per ammodernare la rete ospedaliera, costruire la rete medicina territoriale, adeguare gli standard di personale e garantire una formazione adeguata agli operatori e soprattutto affrontare la grande questione delle Regioni del Sud.
(red)

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione