Errani: sottostima FSN, ha ragione Corte dei Conti

Clicca qui per ritornare all'Home Page

periodico telematico regioni.it  www.regioni.it

Errani: sottostima FSN, ha ragione Corte dei Conti
Il debito delle Regioni Ŕ praticamente raddoppiato in 4 anni: nel 2003 Ŕ aumentato del 100% rispetto al 1999 e del 15,3% rispetto all'anno precedente.
Pesa soprattutto la spesa sanitaria e per il 2004 giÓ si paventa il rischio di un deficit di 5 miliardi di euro. Ad affermarlo Ŕ il presidente della Corte dei Conti, Francesco Staderini (nella foto), nel corso di un'audizione alla Commissione Bilancio del Senato.
Sul fronte della finanza regionale - ha sottolineato Staderini - resta irrisolto il grave problema di consistenti squilibri nelle gestioni sanitarie''. Il problema dipende soprattutto dal fatto che le Regioni si trovano a colmare ''con risorse proprie un differenziale in gran parte generato da fattori endogeni'', come l'invecchiamento della popolazione e la necessitÓ di ammodernare le strumentazioni. Per la sanita' nel 2004 ci sarÓ un aggravio aggiuntivo dovuto al ritardo del rinnovo del contratto di lavoro: peserÓ per 2,5 miliardi di euro ma complessivamente ''le Regioni giÓ paventano - ha detto Staderini - un deficit di circa 5 miliardi di euro, ivi compresi i maggiori costi per gli immigrati non regolarizzati e la mancata ridefinizione del costo dei livelli di assistenza''.
 Il debito complessivo delle Regioni a fine 2003 era pari a 28.958 milioni rispetto ai 14,4 miliardi  del 1999; la componete destinata al ripiano delle gestioni sanitarie lo scorso anno ha pesato per circa un terzo sul totale del debito (10,6 miliardi). Per La Corte dei Conti ''il capitolo relativo al personale e' quello che maggiormente mette a rischio i risultati delle gestioni sanitarie; l'attuale sistema di contrattazione collettiva - ha sottolineato Staderini - non consente tra l'altro di indicare con precisione la copertura dei costi con riferimento ai bilanci delle aziende e delle Regioni che dovrebbero sostenerli''.
''Il presidente Staderini ha ragione ad evidenziare, dati alla mano, una situazione che le Regioni stesse denunciano da tempo''. E' questo il commento del presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani alle valutazioni del presidente della Corte dei Conti Francesco Staderini nel corso di un'audizione in Commissione bilancio al Senato.
''Aggiungo solo - continua Errani - che questa situazione e' il frutto della perdurante sottostima del Fondo sanitario nazionale e della indisponibilita' del Governo a prenderne atto. Tant'e' che stiamo ancora aspettando risposte ai nostri ripetuti allarmi. Sia chiaro: chi fa mancare risorse essenziali e gia' stabilite a Comuni, Province, Regioni, rende un danno al Paese e taglia i servizi ai cittadini. Colpendo prima di tutto il Servizio sanitario nazionale". (red)

 

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione