Contratto medici senza risorse

Clicca qui per ritornare all'Home Page

periodico telematico regioni.it  www.regioni.it

Contratto medici senza risorse
Si discute su come, ma soprattutto con quali risorse, rinnovare il contratto dei medici. ''Il governo non ha dato alle Regioni alcuna garanzia di avere risorse in piu'. I motivi dello sciopero rimangono tutti validi''. Cosi' il segretario nazionale  dei medici ospedalieri, Serafino Zocchelli, si e' espresso al termine dell'incontro che ha visto impegnati gli assessori alla Sanita' delle Regioni, il comitato di settore e i sindacati sul rinnovo del contratto della dirigenza medica.
I motivi dello sciopero, secondo il sindacato, sono dovuti a: l'impoverimento generale del sistema, la devoluzione e la mancanza di risorse per i rinnovi contrattuali. Rimangono quindi confermati gli scioperi dell'8, del 9 e del  22 marzo ed e' prevista anche una manifestazione il prossimo 24 aprile.
Per come sono stati congegnati, gli scioperi previsti per i prossimi giorni nel settore della Sanita' ''sono inevitabili''. A sostenerlo e' l'assessore al bilancio della Regione Lombardia e coordinatore del comitato di settore, Romano Colozzi.
''Con questo tavolo - ha spiegato Colozzi (nella foto) - speravo si riuscisse a recedere dal giudizio espresso da alcuni sindacati secondo i quali l'atto di indirizzo elaborato dal comitato di settore sul rinnovo contrattuale della dirigenza medica e' irricevibile. Ho cercato di far capire che non e' utile a nessuno metterci sulla strada della riscrittura di una nuova direttiva''.
Secondo l'assessore il rischio sarebbe quello di perdere almeno un altro anno: l'attuale atto di indirizzo non e' stato ancora approvato dal Consiglio dei ministri.
Per quanto riguarda poi l'aspetto del sottofinanziamento della Sanita', Colozzi ha osservato che ''oggi e' stato riconosciuto che questo e' un problema storico. Con questo governo la percentuale di Pil per la Sanita' e' aumentata, ma certo e' indubbio che con le dinamiche assunte dalla spesa sanitaria vi e' bisogno di ulteriori risorse per il sistema''.
E' stato affrontato anche il tema dell'esclusivita'. ''Sono emerse - ha riferito l'assessore - diverse interpretazioni. Io ritengo che il costo di 350 milioni di euro che questo istituto ha comportato in piu' rispetto alle previsioni debba essere oggetto di valutazione nel tavolo contrattuale''.

Sempre a riguardo del rinnovo contratto dei medici i
l ministro della Salute, Girolamo  Sirchia, ha affermato di aver  coinvolto direttamente il presidente del Consiglio Silvio  Berlusconi per la soluzione. ''Ho avuto diversi incontri con il premier - ha spiegato -  perche' possa in prima persona assumere la direzione di questa  operazione. Il premier sta dando grande attenzione a questo  problema e sono fiducioso che la cosa possa risolversi nel  migliore dei modi''.
(red)

 

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione