La Giornata del Sollievo: Le Regioni con il Ministero della Salute

Clicca qui per ritornare all'Home Page

www.regioni.it

La Giornata del Sollievo

ieri si è svolta nelle regioni la Giornata del Sollievo dedicata verso tutti coloro che soffrono per gravi malattie. “Le Regioni italiane sono al fianco del Ministero della Salute nella difficile battaglia per il trattamento del dolore e lo sviluppo delle cure palliative". Lo ha detto il Presidente della Conferenza delle Regioni, Enzo Ghigo, con riferimento alla II Giornata Nazionale del Sollievo proclamata per il 25 maggio (promossa dalla Conferenza delle Regioni, dalla Fondazione Gigi Ghirotti e dal Ministero della Salute). "Una medicina ed una sanità che vogliono dirsi moderne - ha detto Ghigo - sono tali se viene intrapreso ogni sforzo umanamente possibile per evitare il dolore.”
Sono state numerose le iniziative in programma nelle diverse Regioni italiane e particolarmente significativi gli interventi proposti. Ne segnaliamo solo alcuni per motivi di spazio. Prima di tutto l’attivazione da parte del Ministero della Salute, d’intesa con le Regioni, di un programma formativo per 360.000 medici e farmacisti. Si tratta di un programma obbligatorio che riconosce crediti elevati rispetto all’apprendimento delle terapie per il trattamento del dolore. Il Ministero della Salute invierà a medici e farmacisti un opuscolo dedicato proprio alle modalità di trattamento del dolore nelle varie fasi, ai farmaci disponibili e alle modalità di compilazione delle ricette. E’ di imminente pubblicazione sulla G.U. il decreto per semplificare le modalità di prescrizione degli oppiacei. Le Regioni e la Fondazione Ghirotti stanno lavorando anche ad un progetto di un opuscolo informativo che metta a disposizione dei cittadini i riferimenti dei servizi presenti sul territorio per il trattamento del dolore. Tale progetto dovrebbe trovare una prima concreta applicazione on-line sul sito della Fondazione Ghirotti nel corso del mese di giugno. Fra le iniziative in programma sul territorio:
"Si tratta – sottolinea l’assessore alla sanità della Regione Veneto e Coordinatore degli Assessori alla Sanità della Conferenza delle Regioni, Fabio Gava – di una doverosa e utile iniziativa di sensibilizzazione rispetto alle necessità di chi soffre, dentro e fuori gli ospedali. Pressoché tutte le Regioni si sono attivate su questo fronte sin dalla prima giornata del sollievo dell’anno scorso – aggiunge l’Assessore – e oggi possiamo rilevare l’ottimo risultato ottenuto in tutta Italia con la raccolta di informazioni, attraverso un questionario, su come i pazienti percepiscono la loro situazione e la loro condizione: sono infatti ben 15.000 le schede distribuite e compilate negli ospedali e ora consegnate alle Regioni".
Sono comunque state organizzate manifestazioni, convegni e iniziative di sensibilizzazione in tutte le Regioni italiane. Tra le diverse iniziative, in Emilia-Romagna la Giornata del Sollievo vedrà l’attivazione del numero verde 800033033 per ricevere informazioni sulle Associazioni di volontariato impegnate nel campo oncologico e nella lotta alla sofferenza inutile. E’ in programma sabato 24 un convegno dedicato alla “terapia del dolore: esperienze a confronto” (Aula Magna, Nuove Patologie, Padiglione 5, Policlinico Sant’Orsola, Malpighi, Bologna) a cui parteciperà l’Assessore della Regione Emilia-Romagna, Giovanni Bissoni e il giornalista Sergio Zavoli (autore de “Il dolore inutile”). Saranno poi allestiti gazebo con materiale informativo in occasione del 25 maggio e il 26 sarà distribuito l’opuscolo “insieme contro il dolore post-operatorio” negli Ambulatori di Anestesia di tutti gli ospedali delle Regioni. Si tratta di una pubblicazione destinata a tutte le persone che devono sottoporsi ad un intervento chirurgico.
In Lombardia, a Milano l’ospedale Niguarda aderisce alla giornata e per l’occasione 4 medici specialisti saranno a disposizione dei cittadini per visite e consulenze gratuite (previa prenotazione al Cup 02644445638).
La
Giunta del Lazio ha approvato il progetto “ospedale senza dolore” - Prenderà il via al S. Andrea per poi estendersi ad altri ospedali del Lazio.
Sarà realizzato al Sant’Andrea il primo “Ospedale senza dolore” del Lazio. Lo ha deciso la Giunta regionale presieduta da Francesco Storace, approvando, su proposta dell’assessore alla Sanità, Vincenzo Saraceni. Mentre l' assessore regionale alla Sanita' della regione Calabria, Giovanni Luzzo, ha fatto visita agli ammalati ricoverati all' ospedale civile di Lamezia Terme. ''E' certamente un fatto rilevante - ha detto Luzzo - sia sotto l' aspetto sociale che sotto quello morale. Testimoniare anche con la presenza fisica la solidarieta' a chi soffre e' un fatto che ci gratifica per il lavoro che facciamo in questo delicato settore, che ha bisogno di sempre maggiore attenzione e determinazione. Il nostro impegno va in questa direzione, che ci porta a mettere l' ammalato al centro del nostro operare''. (sm)

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione