Organizzazione reperibilità servizio di Continuità Assistenziale. Convocazione urgente Comitato Aziendale ex art. 11 del DPR 270/00.

 

Prot. N.   229/04   del 07/12/2004

 

Egr. sig. D.G. AUSL BA/4

                Lung. Starita n. 6

                70100 Bari

 

Egr. sig. D.S. AUSL BA/4

                Lung. Starita n. 6

                70100 Bari

 

p.c.         Spett.le Ufficio Convenzioni

                AUSL BA/4

                Lung. Starita n. 6

                70100 Bari

 

 

Oggetto: Organizzazione reperibilità servizio di Continuità Assistenziale. Convocazione urgente Comitato Aziendale ex art. 11 del DPR 270/00.

 

                Con la presente la sottoscritta O.S., in relazione all’organizzazione della reperibilità per il servizio Continuità Assistenziale, è a comunicare formalmente quanto segue.

In merito ai turni di servizio del mese di Dicembre 2004 in alcuni Distretti,  si segnala che esiste una difficoltà nel coprire l’intero monte ore da erogare.

In particolare, nel concordare la turnazione, al fine di evitare che rimanessero turni scoperti, sarebbe stato necessario nominare unità aggiuntive di medici sostituti.

La carenza di medici determina squilibri nel sistema che non possono ripercuotersi sui medici né possono attribuirsi –con ordini di servizio-, ai medici titolari, turni che non è possibile coprire con le normali procedure. Tali ordini di servizio, inammissibili in un rapporto convenzionale, peraltro non tengono conto delle impossibilità più volte segnalate dei medici in organico, specie per i medici che hanno rapporti compatibili. Pertanto, avendo alcuni medici già raggiunto il limite orario convenzionale, tali ordini di servizio sono da considerarsi nulli e i turni sono da ritenersi scoperti.  

Aggiungasi che anche l’istituto della reperibilità risulta non funzionare in quanto, da tempo, è estremamente difficile trovare la disponibilità di medici reperibili per svolgere i loro compiti di istituto. Tale situazione è stata comunicata all’azienda da tempo e formalizzata durante il Comitato aziendale del 27/04/2004.

Riaffermando che la Continuità Assistenziale è un servizio pubblico, la scrivente, nel declinare qualsiasi responsabilità per eventuali disservizi, chiede di conoscere quali provvedimenti in linea con le previsioni contrattuali, questa Azienda intende adottare per porre rimedio alla situazione descritta senza ledere in alcun modo i diritti dei medici in organico e senza violare le norme in vigore.

A tal fine si chiede di convocare senza ulteriore indugio una riunione ad hoc del Comitato aziendale per relazionare da parte del responsabile del procedimento e di concordare i provvedimenti da adottare, significando di essere disponibili a trovare ogni idonea soluzione concordata per garantire il servizio, prevedendo un  incentivo per le ore aggiuntive.     

In attesa di riscontro con estrema urgenza, si chiede di conoscere il responsabile del procedimento e si porgono distinti saluti.

Bari, 07/12/04.

 

Il Segretario Provinciale Continuità Assistenziale

 

Il Segretario Generale provinciale

Dott. Nicola Calabrese

 

Dott. Vito De Robertis Lombardi

 

Home

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008