Finalmente varato il "riccometro": modello unico per ottenere numerosi benefici sociali (comprese esenzioni ticket)- Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 155 del 6-7-2001

La dichiarazione va sottoscritta come autocertificazione da parte del cittadino che richiede particolari benefici sociali e puo' essere assoggettata a controllo crociato con i dati in possesso di altri enti (Finanze, INPS, ecc)

Il fac simile del modulario da compilare

 

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 18 maggio 2001

Approvazione dei modelli-tipo della dichiarazione sostitutiva unica e
dell'attestazione,   nonche'   delle   relative   istruzioni  per  la
compilazione,  a  norma dell'art. 4, comma 6, del decreto legislativo
31 marzo  1998,  n.  109,  come  modificato  dal  decreto legislativo
3 maggio 2000, n. 130.
              IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
  Vista la legge 23 agosto 1998, n. 400;
  Visto il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109, come modificato
dal  decreto  legislativo  3 maggio 2000, n. 130, concernente criteri
unificati  di valutazione della situazione economica dei soggetti che
richiedono prestazioni sociali agevolate;
  Visto,  in  particolare,  l'art.  4,  comma  6,  del citato decreto
legislativo   n.   109   del  1998,  concernente  l'approvazione  dei
modelli-tipo della dichiarazione sostitutiva unica, dell'attestazione
e delle istruzioni per la compilazione;
  Sentiti    l'Autorita'    per    l'informatica    nella    pubblica
amministrazione e l'Istituto nazionale per la previdenza sociale;
  Sentito il Garante per la protezione dei dati personali;
  Sulla  proposta dei Ministri per la solidarieta', di concerto con i
Ministri delle finanze e per la funzione pubblica;
                              Decreta:
                               
 Art. 1. 
  1.  Ai sensi dell'art. 4, comma 6, del decreto legislativo 31 marzo
1998,  n. 109, come modificato dal decreto legislativo 3 maggio 2000,
n. 130, sono approvati i modelli-tipo della dichiarazione sostitutiva
unica  e  dell'attestazione  nonche'  le  relative  istruzioni per la
compilazione, di cui all'allegato A al presente decreto.
  2.  Il  rendimento  medio annuo dei titoli decennali del Tesoro, da
applicare  al  patrimonio  mobiliare  nell'anno  di riferimento della
dichiarazione  sostitutiva  unica, e' reso noto con comunicazione del
Ministero  del tesoro, del bilancio e della programmazione economica,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica.
                               Art. 2.
  1.  La  dichiarazione  sostitutiva unica e' redatta conformemente a
quanto previsto nel modello-tipo e nelle relative istruzioni.
  2.   L'attestazione   della   presentazione   della   dichiarazione
sostitutiva  unica  e'  rilasciata al dichiarante dai soggetti di cui
all'art.  4,  comma  4, del decreto legislativo n. 109 del 1998, come
modificato  dal  decreto legislativo n. 130 del 2000, previa verifica
della completezza e della correttezza formali dei dati dichiarati.
  3. Effettuata l'attestazione della presentazione, l'ente che riceve
la dichiarazione sostitutiva unica trasmette entro i successivi dieci
giorni i dati in essa contenuti al sistema informativo dell'I.N.P.S.,
secondo  la  procedura  di  cui  all'art.  4,  comma  3,  del decreto
legislativo  n. 109 del 1998, come modificato dal decreto legislativo
n.  130  del  2000.  L'I.N.P.S., ricevuti i dati, effettua il calcolo
dell'indicatore  della  situazione  economica (ISE) e dell'indicatore
della  situazione  economica equivalente (ISEE), secondo la procedura
prevista  nell'allegato  A  al  presente  decreto e rende disponibili
detti indicatori agli enti erogatori, nonche' al dichiarante, anche a
fine  dell'accesso agevolato ai servizi di pubblica utilita', secondo
il  modello  di  attestazione  ivi previsto. La trasmissione dei dati
avviene  in  osservanza  delle  disposizioni  di  cui  all'art. 6 del
decreto  legislativo  n.  109  del  1998, come modificato dal decreto
legislativo n. 130 del 2000.
                               Art. 3.
  1.  Ai  sensi  dell'art. 3, comma 1, del decreto legislativo n. 109
del  1998, come modificato dal decreto legislativo n. 130 del 2000, i
richiedenti  prestazioni  sociali  agevolate,  per l'erogazione delle
quali  gli  enti  erogatori  abbiano  previsto,  nella  disciplina di
propria competenza, accanto all'indicatore della situazione economica
equivalente, criteri ulteriori di selezione dei beneficiari, non sono
tenuti  a  presentare  ulteriori  dichiarazioni  se l'applicazione di
detti  criteri puo' essere effettuata dagli enti erogatori sulla base
dei dati contenuti nella dichiarazione sostitutiva unica.
  2.  I  comuni, gli enti erogatori e le sedi I.N.P.S. presso i quali
e'   presentata   la   dichiarazione   sostitutiva  unica  assicurano
l'assistenza  necessaria  al dichiarante per la corretta compilazione
della  dichiarazione  sostitutiva  unica,  anche  attraverso i propri
uffici per le relazioni con il pubblico ovvero in collaborazione o in
convenzione con i centri di assistenza fiscale di cui all'art. 32 del
decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241.
  Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
    Roma, 18 maggio 2001
              Il Presidente del Consiglio dei Ministri
                                Amato
               Il Ministro per la solidarieta' sociale
                                Turco
                      Il Ministro delle finanze
                              Del Turco
                Il Ministro per la funzione pubblica
                              Bassanini

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione: messo in rete il 25/02/08