LEGGE 17 Maggio 2007, n. 64

 

 LEGGE 17 Maggio 2007, n. 64

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 20 marzo 2007, n. 23, recante disposizioni urgenti per il ripiano selettivo dei disavanzi pregressi nel settore sanitario. (GU n. 115 del 19-5-2007 )

in vigore dal 20.05.2007

Conversione  in  legge, con modificazioni, del decreto-legge 20 marzo
2007,  n.  23,  recante disposizioni urgenti per il ripiano selettivo
dei disavanzi pregressi nel settore sanitario.
  La  Camera  dei  deputati  ed  il  Senato  della  Repubblica  hanno
approvato;

                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


                              Promulga

la seguente legge:

                               Art. 1.

  1.  Il  decreto-legge  20 marzo  2007,  n. 23, recante disposizioni
urgenti  per il ripiano selettivo dei disavanzi pregressi nel settore
sanitario,  e'  convertito in legge con le modificazioni riportate in
allegato alla presente legge.
  2.  La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello
della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
  La  presente  legge, munita del sigillo dello Stato, sara' inserita
nella  Raccolta  ufficiale  degli  atti  normativi  della  Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.
    Data a Roma, addi' 17 maggio 2007

                             NAPOLITANO

                              Prodi,  Presidente  del  Consiglio  dei
                              Ministri

                              Padoa  Schioppa, Ministro dell'economia
                              e delle finanze

                              Turco, Ministro della salute

Visto, il Guardasigilli: Mastella

                                  -----------

                              LAVORI PREPARATORI

          Senato della Repubblica (atto n. 1411):
              Presentato  dal  Presidente  del Consiglio dei Ministri
          (Prodi),   dal  Ministro  dell'economia  e  finanze  (Padoa
          Schioppa),  dal  Ministro  della salute (Turco) il 20 marzo
          2007.
              Assegnato  alle commissioni riunite 5ยช (Bilancio) e 12ยช
          (Sanita),  in  sede referente, il 20 marzo 2007, con pareri
          delle commissioni 1ยช, 5ยช, 6ยช e questioni regionali.
              Esaminato  dalla 1ยช commissione (Affari costituzionali)
          per  i  presupposti  di  costituzionalita' il 21 e 27 marzo
          2007.
              Esaminato  dalle  commissioni riunite 5ยช e 12ยช, in sede
          referente, il 27, 29 marzo 2007; il 4, 16, 17 aprile 2007.
              Esaminato in aula ed approvato il 18 aprile 2007.
          Camera dei deputati (atto n. 2534):
              Assegnato  alle  commissioni riunite V (Bilancio) e XII
          (Affari sociali), in sede referente, il 23 aprile 2007, con
          pareri del comitato per la legislazione e delle commissioni
          I, VI, e Questioni regionali.
              Esaminato  dalle  commissioni  riunite V e XII, in sede
          referente, il 23, 24 aprile 2007; il 3 maggio 2007.
              Esaminato  in  aula  il  2,  7,  8,  9  maggio  2007 ed
          approvato, con modificazioni, il 10 maggio 2007.

          Senato della Repubblica (atto n. 141/B):

              Assegnato  alle commissioni riunite 5ยช (Bilancio) e 12ยช
          (Sanita),  in  sede  referente,  11 maggio  2007 con pareri
          delle commissioni 1ยช, 6ยช, 14ยช e questioni regionali.
              Esaminato  dalle  commissioni riunite 5ยช e 12ยช, in sede
          referente, il 15 maggio 2007.
              Esaminato in aula ed approvato il 16 maggio 2007.

        
          
          Avvertenza:

              Il  decreto-legge  20  marzo  2007,  n.  23,  e'  stato
          pubblicato  nella  Gazzetta Ufficiale - serie generale - n.
          66 del 20 marzo 2007.
              A  norma  dell'art.  15, comma 5, della legge 23 agosto
          1988,  n.  400  (Disciplina  dell'attivita'  di  Governo  e
          ordinamento  della  Presidenza del Consiglio dei Ministri),
          le  modifiche apportate dalla presente legge di conversione
          hanno  efficacia  dal  giorno successivo a quello della sua
          pubblicazione.
              Il  testo  del decreto-legge coordinato con la legge di
          conversione  e  corredato delle relative note e' pubblicato
          in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 21.

        
      
                                                             Allegato

                       MODIFICAZIONI APPORTATE
    IN SEDE DI CONVERSIONE AL DECRETO-LEGGE 20 MARZO 2007, N. 23.

  All'articolo 1:
    dopo il comma 1 e' inserito il seguente:
  "1-bis.  Gli esiti della verifica annuale dei piani di rientro sono
tempestivamente  trasmessi dal Ministro dell'economia e delle finanze
al  Presidente della Corte dei conti per le valutazioni di competenza
dell'istituto,  anche  ai fini dell'avvio di un eventuale giudizio di
responsabilita' amministrativa e contabile";
    al  comma 3  sono  aggiunti,  in  fine,  i  seguenti periodi: "Il
decreto del Ministro dell'economia e delle finanze di cui al presente
comma e'  trasmesso  alle  competenti  Commissioni  del  Senato della
Repubblica  e  della Camera dei deputati. Il Ministro dell'economia e
delle  finanze,  sentito  il  Ministro  della  salute,  trasmette  al
Parlamento una relazione sullo stato del monitoraggio e del riscontro
dell'estinzione dei debiti";
    dopo l'articolo 1 e' inserito il seguente:
  "Art.   1-bis.   -  1.  L'importo  della  manovra  derivante  dalle
disposizioni  di  cui  all'articolo 1,  comma  796, lettera p), primo
periodo,  della  legge 27 dicembre 2006, n. 296, e' rideterminato per
il solo anno 2007 da 811 milioni di euro a 300 milioni di euro, anche
per le finalita' di cui alla lettera p-bis) del medesimo comma. A tal
fine  il  livello del finanziamento del Servizio sanitario nazionale,
cui concorre ordinariamente lo Stato, e' incrementato per l'anno 2007
di  511  milioni  di euro. Il predetto incremento e' ripartito tra le
regioni   con  i  medesimi  criteri  adottati  per  lo  stesso  anno.
Conseguentemente  la quota fissa sulla ricetta e' abolita con effetto
dalla  data  di  entrata  in  vigore  della  legge di conversione del
presente   decreto   e   fino   al   31 dicembre   2007.  Il  comma 1
dell'articolo 6-quater  del  decreto-legge  28 dicembre 2006, n. 300,
convertito,  con  modificazioni, dalla legge 26 febbraio 2007, n. 17,
e' abrogato.
  2.  All'onere  derivante  dall'attuazione  del  comma 1, pari a 511
milioni di euro per l'anno 2007, si provvede:
    a) quanto    a   100   milioni   di   euro   mediante   riduzione
dell'autorizzazione  di  spesa di cui all'articolo 1, comma 50, della
legge 23 dicembre 2005, n. 266;
    b) quanto   a   411  milioni  di  euro  mediante  utilizzo  delle
disponibilita'   del   fondo  di  rotazione  per  l'attuazione  delle
politiche  comunitarie  di  cui  all'articolo 5 della legge 16 aprile
1987,  n.  183,  che, a tal fine, sono versate nello stesso anno 2007
all'entrata  del  bilancio  dello  Stato,  per essere riassegnate, in
deroga  all'articolo 1,  comma 46,  della  legge 23 dicembre 2005, n.
266, al Fondo sanitario nazionale.
  3.  Il  Ministro  dell'economia  e  delle finanze e' autorizzato ad
apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio".
  Nel  titolo  sono aggiunte, in fine, le seguenti parole: ", nonche'
in  materia  di  quota  fissa  sulla  ricetta  per  le prestazioni di
assistenza specialistica ambulatoriale".

Home

Utenti on line:

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008