PROVE DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA PROGRAMMATI A LIVELLO NAZIONALE

 

G.U. n.98 del 28 aprile 2006

PROVE DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA PROGRAMMATI A LIVELLO NAZIONALE


(Governo.it)  l'anno accademico 2006-2007 l'ammissione degli studenti ai corsi di laurea avviene previo superamento di un'apposita prova; in particolare: - per l'accesso ai corsi di laurea in medicina e chirurgia e in medicina veterinaria, le relative prove di ammissione, di contenuto identico sul territorio nazionale, sono predisposte dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca; - per l'accesso ai corsi di laurea delle professioni sanitarie la prova di ammissione; è predisposta dalle singole università ed è identica per l'accesso a tutte le tipologie dei corsi attivati presso ciascun ateneo. Ai fini dell'utilizzo di tutti i posti disponibili si possono esprimere nella domanda di ammissione fino a tre opzioni; - per l'accesso ai corsi di laurea e di laurea specialistica in architettura nonché in scienze della formazione primaria la prova di ammissione è predisposta da ciascuna università. Per la valutazione delle prove valgono i seguenti criteri: 1 punto per
ogni risposta esatta; 0,25 punti per ogni risposta sbagliata; 0 punti per ogni risposta non data. In caso di parità di voti, prevale, in ordine  decrescente, il punteggio ottenuto nella soluzione di quesiti relativi ai seguenti argomenti: - logica e cultura generale, biologia, chimica, fisica e matematica (laurea in medicina e chirurgia, in medicina veterinaria e laurea delle professioni sanitarie); - logica e cultura generale,storia,disegno e rappresentazione, matematica e fisica (per i corsi in architettura); - logica e cultura generale, cultura pedagogica e didattica, cultura storico-letteraria e cultura scientifico-matematica (laurea in scienze della formazione primaria).

Presentazione

Sulla Gazzetta Ufficiale n.98 del 28 aprile 2006 è stato pubblicato il Decreto 12 aprile 2006 sulla definizione, modalità e contenuti delle prove di ammissione ai corsi di laurea programmati a livello nazionale.

Disposizioni generali Per l'anno accademico 2006-2007 l'ammissione degli studenti ai corsi di laurea (di cui all'art. 1, comma 1, lettere a) e b) della legge 2 agosto 1999, n. 264) avviene previo superamento di apposita prova sulla base delle disposizioni di cui al presente decreto (art.1). In particolare: per l'accesso ai corsi di laurea in medicina e chirurgia e in medicina veterinaria, le relative prove di ammissione, di contenuto identico sul territorio nazionale, sono predisposte dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca (M.I.U.R.) avvalendosi di una apposita commissione di esperti

(art. 2). per l'accesso ai corsi di laurea delle professioni sanitarie la prova di ammissione è predisposta dalle singole università ed è identica per l'accesso a tutte le tipologie dei corsi attivati presso ciascun ateneo. Ai fini dell'utilizzo di tutti i posti disponibili per ciascun corso si possono esprimere nella domanda di ammissione fino a tre opzioni, in ordine di preferenza

(art. 3). per l'accesso ai corsi di laurea e di laurea specialistica in architettura nonché in scienze della formazione primaria la prova di ammissione è predisposta da ciascuna università

(art. 4 e 5). Valutazione delle prove Per la valutazione delle prove si tiene conto dei seguenti criteri: 1 punto per ogni risposta esatta; 0,25 punti per ogni risposta sbagliata; 0 punti per ogni risposta non data. In caso di parità di voti, prevale - in ordine decrescente - il punteggio ottenuto nella soluzione di quesiti relativi ai seguenti argomenti: logica e cultura generale, biologia, chimica, fisica e matematica (per i corsi di laurea in medicina e chirurgia, in medicina veterinaria e per i corsi di laurea delle professioni sanitarie); logica e cultura generale,storia,disegno e rappresentazione, matematica e fisica (per i corsi in architettura); logica e cultura generale, cultura pedagogica e didattica, cultura storico-letteraria e cultura scientifico-matematica (per il corso di laurea in scienze della formazione primaria)

(art. 6). Studenti in situazione di handicap Le prove sono organizzate dai singoli atenei tenendo conto anche delle esigenze degli studenti in situazione di handicap, a norma della legge n. 104/1992, modificata dalla legge n. 17/1999

(art. 7). Pubblicazione del punteggio e visualizzazione dell'elaborato

Si segnala infine che il M.I.U.R., tramite il C.I.N.E.C.A., pubblica sul proprio sito (accessoprogrammato.miur.it) per ogni università, e nel rispetto dell'anonimato degli studenti, la sola determinazione del punteggio riferito ai singoli argomenti d'esame, nonché del totale complessivo. Consente altresì agli studenti, attraverso le chiavi personali (username e password), di accedere ad un'area riservata dello stesso sito per visualizzare l'immagine del proprio elaborato contraddistinto dal codice identificativo (art. 9, 2).

 

Home

Utenti on line:

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008