COMUNICATO STAMPA

 

Brunetta rischia di intasare i Pronto Soccorsi.

I Medici non possono rilasciare i certificati di malattia senza documentare i sintomi.

           

Sulla Gazzetta Ufficiale del 19/03/2010 è stato pubblicato il Decreto 26/02/2010 che definisce le modalità per la predisposizione ed invio dei dati delle certificazioni di malattia al SAC e all’INPS.

 

Il Decreto obbliga i medici ad utilizzare il sistema informativo regionale per la trasmissione telematica all’INPS dei certificati di malattia per assenza dal lavoro.

 

La FIMMG è già intervenuta denunciando la mancata concertazione nonché l’assenza degli strumenti tecnici che la Regione deve mettere a disposizione dei medici per consentire l’invio telematico dei certificati, attraverso la contrattazione prevista dal contratto di lavoro.

 

L’Ordine dei Medici di Bari in data 18 marzo u.s. ha adottato una delibera sulle certificazioni di malattia puntualizzando che “la diretta constatazione del dato clinico richiesto dalla normativa vigente è soddisfatta da un corretto esame obiettivo e anamnestico del paziente”. Tuttavia resta insoluto il problema di dover oggettivamente documentare ogni diagnosi per il rilascio dei certificati di malattia per assenza dal lavoro. Infatti il Decreto Legislativo 150/09 prevede gravissime sanzioni per il medico che rilascia certificazioni che attestano dati clinici non direttamente constatati ne oggettivamente documentati.

 

“I medici iscritti alla FIMMG”, ha dichiarato il dott. Vito De Robertis, Segretario Provinciale FIMMG Bari, “non potendo garantire il rilascio delle certificazione per le malattie i cui sintomi non sono documentabili saranno costretti ad inviare i pazienti presso le strutture ospedaliere della ASL per conseguire l’attestazione di malattia previa oggettiva documentazione. Attivare il sistema senza la preventiva concertazione, che pur era stata concordata, è una grave scorrettezza che rischia di frenare il processo di sviluppo della Sanità elettronica”.

 

“Sabato prossimo, nel corso del Consiglio Nazionale della FIMMG a Roma, si discuterà dell’argomento e i vertici nazionali indicheranno le possibili soluzioni, nonché le eventuali forme di lotta sindacale” ha affermato il dott. Filippo Anelli, Segretario Regionale FIMMG Puglia.

 

  

Fimmg Puglia:  in rete dal 10/12/2009