Il Presidente Bianco: fiducia ai medici pugliesi.

  

 Comunicato stampa

 

Il Presidente Bianco: fiducia ai medici pugliesi.

 

Si è svolto oggi a Bari alla presenza del Presidente Nazionale dott. Amedeo Bianco un Workshop organizzato dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici (FNOMCeO) sul tema della formazione pre-laurea e specialistica finalizzata alla individuazione dei fabbisogni medici ed odontoiatri. Ai presidenti degli ordini provinciali italiani hanno portato il loro saluto il Rettore dell’Università di Bari prof. Corrado Petrocelli ed il Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bari prof. Antonio Quaranta.

L’incontro è servito a puntualizzare la difficoltà e l’approssimazione con la quale viene affrontata una tematica fondamentale per l’organizzazione del Sistema Sanitario italiano, ossia la programmazione del numero dei medici e degli specialisti necessari per consentire una corretta erogazione dell’assistenza sanitaria. Oggi, il fabbisogno dei medici e degli specialisti è lasciato alla libera volontà delle Amministrazioni regionali di determinare il numero di medici e di odontoiatri da formare senza che venga preventivamente analizzato il reale fabbisogno sul piano assistenziale. Questo si ripercuote anche sul percorso formativo universitario generando un forte squilibrio nei percorsi formativi con gravi ripercussioni anche sul piano occupazionale ed organizzativo del Servizio Sanitario.

Il workshop è stato preceduto da un incontro congiunto del Comitato Centrale della FNOMCeO e del Consiglio Direttivo dell’Ordine dei Medici di Bari.

Il Presidente Livrea insieme con il Consiglio di Bari ha richiamato l’attenzione sui meccanismi di gestione del Corso Triennale di Formazione specifica in Medicina Generale e sulle vicende giudiziarie che in questo periodo coinvolgo il Sistema Sanitario Regionale.

“Desidero ringraziare il Presidente nazionale della FNOMCeO dott. Amedeo Bianco per le sue dichiarazioni a favore dei medici pugliesi rese al termine dell’incontro tra il Consiglio Direttivo dell’OMCeO di Bari e il Comitato centrale della FNOMCeO”, ha affermato il dott. Filippo Anelli Segretario Regionale della FIMMG Puglia. “I medici pugliesi rivendicano il diritto a poter esercitare la loro professione autonomamente senza interferenze di carattere politico. I risultati ottenuti in termini di tutela della salute pubblica, certificati dal CENSIS e da altri Istituti di ricerca, promuovono l’impegno della classe medica pugliese nel garantire la migliore assistenza. Tutto ciò nonostante le difficoltà organizzative in cui versa il sistema sanitario regionale. I risultati delle indagini svolte dalla Magistratura in merito alla gestione del Servizio Sanitario Regionale fanno si che i medici si sentano vittime di questo sistema. I medici chiedono a gran voce che la politica faccia un passo indietro rinunciando a trasformare la sanità pubblica in un sistema per accrescere il consenso elettorale”.

Bari, 18 settembre 2009

 

  

SI ALLEGA IL COMUNICATO DELLA FNOMCeO NAZIONALE

 

  Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri

 

Comunicato Stampa

 

PUNIZIONE PER I COLPEVOLI

 MA PIENO RISPETTO PER LA PROFESSIONE

 

Al termine dell’incontro tra il Consiglio Direttivo dell’OMCeO di Bari - guidato dal presidente, Paolo Livrea e dal vicepresidente, Filippo  Anelli  - e il Comitato Centrale della FNOMCeO, che ha posto al centro della discussione le attuali criticità della Sanità pugliese, il presidente della Federazione, Amedeo Bianco, ha rilasciato la seguente dichiarazione.

 

In un contesto politico e mediatico che ha distillato in modo pervasivo accuse generalizzate, motivando sfiducia e diffidenza nei cittadini, esprimo, nell’esercizio di una funzione pubblica di tutela, la piena solidarietà della Federazione degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri  ai medici pugliesi.

Le vicende connesse ad episodi di  vera o presunta cattiva sanità della Regione Puglia, sulle quali chiediamo venga fatta luce presto e bene, non possono né devono  oscurare il lavoro serio e rigoroso di una comunità professionale sana e  operosa che, ogni giorno, supplisce, con sacrifici personali, alle carenze e insufficienze del Servizio Sanitario.

Come sempre in queste occasioni, non chiediamo salvacondotti per nessuno, ancor meno per quei medici che si dimostri abbiano sbagliato, tradendo la fiducia dei pazienti e le regole deontologiche.

Ma  pretendiamo rispetto per la nostra professione, per il suo difficile lavoro, che si fonda sull’autorevolezza del ruolo tecnico e civile e sulla fiducia dei cittadini. Devastare questo patrimonio è un’opera ingenerosa, che riduce la tutela dei diritti fondamentali delle persone e le regole di convivenza civile della nostra comunità”.

 

Workshop di studio - Bari 18 settembre 2009: Formazione pre laurea e specialistica

  

Fimmg Puglia:  in rete dal 18/09/2009